UN FILM DI NICOLA CAMPIOTTI
PRODOTTO DA INDRAPUR CINEMATOGRAFICA DISTRIBUITO DA DISTRIBUZIONE INDIPENDENTE

TEMATICHE DEL FILM / 2

Beni Comuni.
Il tema è affrontato attraverso una visione astratta, che introduce l’argomento e viene poi ripreso, nel finale, attraverso un esempio concreto: la testimonianza della comunità di Boschetto, in Umbria, che si è battuta per anni contro la privatizzazione della sorgente del paese. La lotta per l’acqua pubblica, in Italia, ha rappresentato l’apice di questa sensibilizzazione e riflessione sul tema dei Beni Comuni.

La visione cosmoteandrica.
L’intuizione, antichissima, secondo cui cosmo, theos e andros sono profondamente legati tra loro. L’anima mundi e l’interdipendenza di ogni essere vivente vengono raccontati a Elia da un gruppo di donne scalze sui Monti Sibillini, tra Marche e Umbria.

Buon Governo.
Quali sono gli effetti e le conseguenze di un governo buono e di uno cattivo? È possibile distinguere tra buona e cattiva gestione della sfera pubblica? Con una semplicità disarmante, sette secoli fa, i governanti di Siena chiesero al pittore Ambrogio Lorenzetti di affrescare la Sala del Consiglio comunale, come monito e ispirazione al loro operato. Un giovane giullare, in rima, racconta a Elia l’anima dell’affresco.

Il senso del limite.
Serge Latouche, economista francese e teorico della decrescita, condivide con Elia il valore e il senso del limite. L’incontro è avvenuto in Calabria in una giornata di primavera. continua >>