UN FILM DI NICOLA CAMPIOTTI
PRODOTTO DA INDRAPUR CINEMATOGRAFICA DISTRIBUITO DA DISTRIBUZIONE INDIPENDENTE

NOTE DI REGIA /2

Il diritto al lavoro (possibilmente non precario e non rischioso per la propria vita); l’amore per la terra, il paesaggio e l’ambiente che ci ospita; il senso del limite; il valore del coraggio e il rispetto delle regole; l’apertura alla conoscenza e all’incontro di culture e credenze diverse; la Costituzione della Repubblica; gli esempi di Buon Governo…
Dopo che il Ministero dei Beni Culturali ha avallato questo nostro progetto, ha preso il via un lungo viaggio, cominciato scrivendo lettere alle persone che avrei voluto incontrare e terminato con il montaggio, fase in cui le quasi cento ore di girato sono state ridotte a poco più di settanta minuti. Tre anni di intenso lavoro, nel mezzo dei quali vi è un percorso umano, lavorativo e geografico lungo e profondo, vissuto con il piccolo Elia e con una troupe disponibile e instancabile. Abbiamo viaggiato per metterci in ascolto, per realizzare un piccolo film che potesse parlare direttamente ai bambini e ai ragazzi delle scuole, come punto di partenza per una prima esplorazione e riflessione sulla realtà. Proprio per questo, i tanti incontri che si susseguono durante il film, si intrecciano con visioni oniriche e astratte, come se la nuda realtà, per essere consapevolmente accolta da un bambino, non possa fare a meno di fondersi con il Mito, che è gioco, memoria, origine. continua >>